top of page

Donazione e gravidanza, cosa c’è da sapere

Le donne incinte, indipendentemente dal mese di gestazione, non possono donare né sangue intero né plasma.


Durante la gravidanza, il corpo subisce significativi cambiamenti nel volume del sangue, e donare potrebbe rappresentare uno stress aggiuntivo in una fase così delicata.


Dopo il parto, è possibile donare sangue solo se sono trascorsi almeno sei mesi dal momento del parto o da un eventuale aborto.

Tuttavia, è consigliabile valutare attentamente le condizioni fisiche della donna prima di procedere alla donazione. Se la donna si è pienamente ripresa, la donazione può avvenire senza problemi; altrimenti, è preferibile attendere un po' più a lungo.


Durante l'allattamento, una donna può donare sangue a condizione che si senta bene fisicamente. Tuttavia, se c'è il rischio che la donazione possa indebolirla e compromettere la salute, è consigliabile attendere. In ogni caso, l'allattamento non comporta automaticamente la sospensione dalla donazione.


Le donne che assumono la pillola anticoncezionale possono donare sangue senza alcun problema. La pillola non causa effetti collaterali che impediscano la donazione."


Se hai bisogno di ulteriori informazioni o se c'è qualcosa da modificare, non esitare a contattarci.

3 visualizzazioni0 commenti

Commenti


bottom of page